A proposito di Mario...


Un aggiornamento del profilo ufficiale di Mario in questi giorni, presso il portale ufficiale giapponese, ha creato non poco scompiglio tra i giocatori, appassionati e anche stampa di settore.

Viene infatti scritto nel profilo ufficiale:
"In passato, si è occupato anche di idraulica...
(実は昔、「配管工」のお仕事もしていたこともあるらしい……。)"
Oltre che si diletta tra vari sport e attività, frase interpretata da molti come "Non fa più l'idraulico".

Mario non è mai stato ufficialmente un idraulico, stando alle dichiarazioni rilasciate dal suo creatore, Shigeru Miyamoto in molte occasioni, in quanto la sua prima apparizione lo vedeva come un semplice carpentiere, ma solo perché il contesto del gioco (Donkey Kong), mostrava un cantiere.

La figura dell'idraluico è stata maturata nel tempo con titoli come Mario Bros. e le serie animate ufficiali, probabilmente sempre per un accostamento di idee con il contesto visti i tubi.
Il film ufficiale poi ha fatto il resto.

Eppure nessuno sembra essersi allarmto nell'averlo visto vestire i panni di un medico in Dr. Mario...

Un applauso a kotaku.com, che pare essere l'unico ad aver colto la vera essenza della questione!

Cosa ne sarà del collezionismo?

Era da tempo che volevo toccare l'argomento e leggendo uno status degli amici di SNES Planet presso la loro pagina, ho deciso di esprorre il mio pensiero al riguardo.

Che ne sarà del collezionismo dei videogiochi in futuro?

Copie fisiche di cartuccie e CD che scarseggiano e diventano sempre più rare, con prezzi talvolta che toccano le stelle.

Qual'è il reale valore di tutto ciò e chi lo decide? Cosa aspettarci dal futuro?
Proviamo a ragione sulla cosa assieme. 

Donkey Kong Country

Era dal 1988 che un qualunque personaggio della serie Donkey Kong, non faceva alcuna comparsa in un titolo per console casalinghe, ne tantomento sulla scena arcade.

Bisognava attendere il 1994, quando la software house inglese Rare, che nel frattempo aveva investito nelle pionieristiche tecnologie 3D "moderne", sottopose all'attenzione di Nintendo, un gioco demo simil-3D per la sua nuova console, il Super Nintendo.

Neo Contra

Tutti o quasi conoscono la fortunata serie Contra, conosciuta anche come Gryzor o Probotector in Europa.

Neo Contra è il decimo gioco di questa fortunata serie, uscito per PS2 nel Febbraio del 2005, ad opera di Konami.

Il gioco ci mette nei panni dei due eroi Bill Rizer ed il samurai Genbei "Jaguar" Yagyu, in una terra del futuro, dell'anno 4444, diventata un'enorme prigione per criminali di ogni tipo.

E' in questo ambiente, apparentemente privo di regole, che inizia a prendere vita una nuova forma organizzata di ribellione, la "Neo Contra", al quale il governo risponde con l'invio dei due eroi per fronteggiare la nuova minaccia.

Masaya Nakamura e la leggendaria Namco

Notizia di questi giorni, è quella della scomparsa di Masaya Nakamura, storico fondatore della Namco, all'età di 91 anni.

Citato da come il "Papà di Pac-Man", Nakamura è stato come Yamauchi, un pioniere dell'intrattenimento videoludico degli anni 70 e 80.

Ripercorriamo insieme le tappe più importanti della storica società giapponese.