The Last Story

Finalmente anche per me sono arrivate un po' di vacanze, ed anche un po' di fortuna negli acquisti, trovando The Last Story all'ipercoop della mia città per soli 20 euro nella cesta dei giochi economici, in concorrenza ai quasi 50 di gamestop.

Si tratta di un JRPG in esclusiva per Wii pubblicato in Europa da Nintendo nel 2012, e sviluppato da AQ Interactive e Mistwalker, società facente capo a due ex ideatori della saga di Final Fantasy.

Il titolo ebbe buona pubblicità da parte di Nintendo attraverso i suoi canali ufficiali come Newsletter e rivista ufficiale, oltre che aver fatto ottime impressioni agli occhi degli altri lavoratori del settore, e nonostante questo rimasi comunque scettico di trovarmelo in mezzo ai titoli economici.


In questo gioco vestiremo i panni di Zael ed i suoi amici, un gruppo di mercenari alle prese con una guerra tra due nazioni, una terra ridotta allo stremo e il desiderio di diventare cavalieri un giorno.

Una semplice premessa che non lascia trasparire moltissimo sul resto della storia, ma che da comunque la giusta spinta iniziale al giocatore per trovarsi coinvolto nelle danze.
Un'avventura che potremmo giocare in ordine sparso, prendendo parte a più missioni diverse, ma nell'ordine che più ci aggrada, senza forzature di sorta da parte del gioco, che ci donerà un'incredibile libertà a tutto tondo in quasi tutti gli aspetti di gioco.

Il tutto comincia nel bel mezzo di una missione per Zael ed i suoi amici, dispersi nei meandri di una caverna infestata da rettili umanoidi, in cui il giocatore avrà modo di prendere confidenza con i comandi ed il gioco stesso.

Al giocatore sarà permesso di scegliere tra l'accoppiata WiiMote & nunChuck, oppure il classic gamepad, senza nessuna differenza nell'utilizzo del gioco, ma forse solo qualche comodità in più con il secondo.

Avremmo fra le mani, personaggi capaci delle più comuni azioni, come camminare (anche furtivamente), correre, difendersi ed attaccare, oltre che saltare, aggrapparsi o buttarsi giù da qualche sporgenza, anche se quest'ultime azioni non saranno libere, ma rilegate ad appositi tasti azione il più delle volte, in determinati punti degli scenari.
Alcuni saranno anche dotati di poteri magici di sorta, come poteri curativi o maledizioni sui nemici, altri della pura forza bruta, la loro cooperazione in combattimento sarà di primaria importanza per l'avventura.

In un certo senso, la giocabilità e la visuale in terza persona ricorda a grandi linee Resident Evil 4, in cui si avevano movimenti più o meno simili per il protagonista del gioco, ma qui con qualche rifinitura e accorgimento in più, oltre che tematiche di gioco stealth, molto vicine a titoli come Metal Gear Solid (di cui si nota qualche allusione anche nel look di alcuni personaggi).

Particolarità di questo titolo, è la capacità donata al giocatore di poter creare scompiglio nelle formazioni nemiche con attacchi a sorpresa, ottenuti con azioni furtive o con il semplice inganno e ingegno.
Si potranno attirare le sentinelle nemiche in punti isolati dello scenario e farle fuori prima che possano dare l'allarme generale, oppure distruggere punti strategici dello scenario stesso e schiacciare i nemici sotto le macerie, e come ultima spiaggia buttarsi nella mischia senza paura.

I nemici non godranno di particolare intelligenza nella stragrande maggioranza dei casi, partendo quasi sempre all'attacco non appena qualcuno dei personaggi si farà vivo.
La loro strategia principale, a seconda della loro tipologia ed arma in uso, sarà quella di circondare un membro del gruppo alla volta, se l'occasione lo permetterà, o di attaccare con le balestre nascosti dietro qualche muro, per tutti gli altri, un attacco duro e senza tregua al primo che capita a tiro.

Avremmo a che fare con svariate tipologie di nemico, dai rettiliani ai non morti, maghi, vampiri  e soldati nemici di ogni sorta, talvolta anche animali e insetti giganti, ognuno con le proprie caratteristiche e punti deboli ovviamente, ma nel complesso con un AI molto simile tra loro.

Talvolta i combattimenti, complici anche i controlli standard della Wii, sfociano in vera e propria frustrazione per il giocatore, portandolo spesso ad attaccare alla rinfusa e senza alcuna strategia in particolare.
Che sia questa una cosa voluta da parte dei game designer? Permettere anche ai nemici di confondere il giocatore?

Le ambientazioni di gioco sono abbastanza vaste e ricche, non solo dal punto di vista grafico ma anche dei contenuti per la storia, saranno riproposte più volte durante tutta l'avventura e offriranno al giocatore anche la possibilità di prendere parte a missioni parallele, ed allungare così l'esperienza di gioco ulteriormente ed anche il divertimento.

Graficamente sono ricche di dettagli e molto vicine al realismo, spremendo e sfruttando le potenzialità della Wii fino allo stremo (con qualche rallentamento di tanto in tanto...), offrendo anche sequenze FMV in tempo reale come anche i cambiamenti nel vestiario dei personaggi.
Ad esempio, ogni oggetto assegnato ad uno dei personaggi di gioco, che sia un'arma o un'armatura, sarà visibile al giocatore sul personaggio voluto, non che sia particolarmente utile ai fini del gameplay ma da un tocco di realismo in più al tutto.

Parallelamente troviamo buoni giochi di luci ed ombre in tempo reale, cambiamenti climatici statici ma comunque ben realizzati e nel complesso texture abbastanza dettagliate, come anche i modelli 3D, realizzati con particolare cura nei dettagli.

Per essere un gioco di manifattura nipponica, gli elementi tipicamente europei come il castello e la città, sono realizzati con una cura sbalorditiva.
La città sembra rispecchiare la nostra Venezia, oltre che a sembrare un richiamo a giochi come Assassin's Creed, e non solo a livello grafico ma anche nel gameplay alcune rare volte.
Nelle rimanenti ambientazioni cittadine, troviamo una città ed un castello realizzati con enorme cura per i dettagli, e non troppo lontani dalla realtà del tempo.

La cura per i dettagli la troviamo anche nella storia di gioco, dove i designer hanno cercato di realizzare personaggi quanto meno realistici, dotandoli di caratteri propri e ben definiti, mantenuti per tutto il gioco, tra cui i miei due preferiti, la fiammante e agguerrita Syrenne o il simpaticissimo Lowell, che riuscirà a strapparci una risata ad ogni sua apparizione.

La colonna sonora di gioco è qualcosa di veramente unico nel suo genere, tanto che vi è anche un'edizione speciale del gioco, contenente il CD audio con tutte le musiche di gioco, maledettamente orecchiabili ed azzeccate per ogni singolo momento di gioco.

Nell'edizione limitata, oltre al CD audio, troviamo anche un poster, un libro con le bozze degli artisti ed un diario.
Qualcosa che vi accorgerete di desiderare molto presto anche voi, dopo aver giocato un paio d'ore con questo titolo.

Un JRPG fuori dagli schemi e per tutti i gusti, in esclusiva per Wii
  • Giocabilità fuori dagli schemi classici del genere RPG
  • Ottima grafica e contenuti
  • Longevità altissima, oltre che un alto valore di rigiocabilità
  • Eccezionali colonne sonore, disponibili anche su CD in edizione limitata
  • Possibilità di utilizzare il classic controller al posto della coppia WiiMote + nunChuck
  • Ottima storia, ricca di colpi di scena e contenuti supplementari per il giocatore

  • Talvolta l'utilizzo della coppia WiiMote & nunChuck sfocia in frustrazione per il giocatore, specie in situazioni altamente critiche
  • La grafica molto dettagliata e ricca, talvolta crea rallentamenti nell'azione di gioco, specie in occasione di combattimenti molto affiatati
Ci sarebbe ancora tantissimo da dire riguardo questo gioco, vista la sua vastità e grandissima quantità di contenuti, ma credo anche che le sole parole non siano sufficienti a descrivere le sensazioni e le emozioni che questo titolo ora dopo ora sa donare al giocatore.

Giocato per intero e con qualche intoppo tra enigmi e combattimenti (come giusto che sia), game over e via dicendo, prende circa 25 ore di gioco, esclusa qualche avventura extra, visto che al giocatore tra le varie cose sarà anche permesso di prendere parte solo alle missioni essenziali ed evitare le supplementari.

Credo che con l'aggiunta di quelle supplementari, si vada ben oltre le 30 ore di gioco, per non parlare della rigiocabilità del titolo, che prevede la possibilità di mantenere oggetti e status per i giocatori, rendendo l'avventura un po' più leggera ma sempre piacevole da giocare.

Per gustarsi a pieno questo titolo, non serve essere amanti del genere RPG puro, magari giusto un minimo, ma non è realmente necessario.
Il titolo si lascia apprezzare molto anche da amanti del genere action/adventure, e non solo, con il suo gameplay fuori dagli schemi riuscirà a soddisfare anche i palati più esigenti.

Lo consiglio a tutti i possessori di una Wii, ma non vi incoraggio a comprarlo per il costo attuale (50 euro circa), nonostante sia un ottimo titolo, non vedo validi motivi per spendere cifre esorbitanti.
Per giunta, essendo sul mercato già da un po', sarebbe anche ora che il suo prezzo scenda un po'...

2 commenti :

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Mi ero sempre promesso di comprarlo.
Ma poi ho fatto altre spese...
Cavolo, cercavo un gioco così da secoli

Pix3l ha detto...

Se lo trovi a buon prezzo, prendilo senza indugio :]

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...