IndieFanMagazine 2013 - Post di fine anno

Siamo giunti al termine del terzo anno con IndieFanMagazine, e come per l'anno precedente, tiriamo le somme di quanto fatto e diamo uno sguardo al futuro di questo piccolo e ambizioso blog e relativi progetti per il futuro.

Resident Evil roba da vecchi?

L'altro giorno ho letto di un articolo su SpazioGames, secondo cui per Capcom, il franchise di Resident Evil è ormai diventato "troppo vecchio", non riuscendo più a suscitare l'interesse di un pubblico giovane.

Si stima che l'età media dei giocatori e appassionati della saga, si aggiri tra i tardi 30 e i 40 anni, e sempre secondo loro, questo pubblico potrebbe smettere di giocare del tutto.

La notizia l'ho appresa da Facebook, tra cui ho letto anche numerosi commenti discordanti da parte di molti under 30.
Molti che semplicemente si limitano a dire che Capcom sta perdendo di vista la realtà, ed altri che pensano che la soluzione sia quella di proporre remake dei primi capitoli.

Mystery Dungeon: Shiren the Wanderer DS

Parecchio tempo fa, sulla rivista ufficiale di Nintendo, lessi di un gioco per SNES, un rpg, i cui dungeon erano generati in modo del tutto casuale ad ogni partita.

Il titolo era Torneko no Daibōken: Fushigi no Dungeon (Che tradotto suona tipo: "La grande avventura di Torneko: Mistery Dungeon").
Un gioco sviluppato e pubblicato dalla Chunsoft, figurante personaggi della Square Soft, nonché prima installazione nella serie Mistery Dungeon.

Shiren The Wanderer, è il secondo capitolo della serie Mistery Dungeon, riprende l'eredità lasciata dal precedente titolo, riproponendo le stesse tematiche e meccanismi di gioco, ma offrendo al giocatore contenuti nuovi ed originali.

Burai Fighter

Di recente ho acquistato per NES su ebay, per poco più di 5 euro, compresa la spedizione, questo titolo, Burai Fighter.

Si tratta di uno shooter game sviluppato e pubblicato in Europa da Taxan, nel 1990, e predecessore del già discusso capitolo per Game Boy.

Probabilmente uno dei migliori giochi per NES, che qualunque giocatore o fan non dovrebbe far mancare nella propria collezione, oltre che uno dei più spietati e difficili giochi di sempre a mio dire.

TinyXEVIVOS

TinyXEVIVOS è un fantastico remake freeware del classico arcade di Namco, Xevious, realizzato nel 2013 dallo sviluppatore nipponico Kigeki Yahonpo.

Il titolo ricalca a grandi linee il classico di Namco, riproponendo sprites e un gameplay molto simile, arricchendo l'esperienza di gioco con svariati eyecandy e contenuti extra non presenti nel classico arcade, oltre che dando uno sprint in più all'azione di gioco, decisamente meno frustrante e più veloce.

Silent Hill

Era il 1999 quando Konami pubblicò su playstation, il primo capitolo della fortunata serie survival horror, Silent Hill.

Un titolo 3D sviluppato dal defunto Silent Team, e pubblicato in tutto il mondo da Konami.

Pandaland

Pandaland è un'altra di quelle perle rare del gaming freeware, finite nel dimenticatoio troppo presto, come Vampire e tanti altri, ma non per IndieFanMagazine!

Si tratta di un semplice e breve platform 2D, realizzato con Game Maker nel 2009, ad opera di Svante Danielsson (aka Panda).

Bangai-O Spirits

Questo è un titolo che trova le sue origini sulla Dreamcast e sul Nintendo 64, che qualcuno alla Treasure (lo stesso team dietro Wario World) ha pensato bene di portare anche su Nintendo DS in un sequel veramente eccezionale!

Bangai-O Spirits, seguito dell'omonimo Bangai-O, è uno shooter game multidirezionale 2D, leggermente demenziale e dannatamente divertente!

L'effetto fade-in nei nostri giochi

Di recente ho cercato di realizzare un effetto Fade-in in uno dei miei giochi, ovvero quel nero che avvolge tutto lo schermo diventando sempre più fitto durante il passaggio da un livello ad un altro.

Ho trovato dozzine di tutorial in giro per la rete, anche esempi al quanto bizzarri e assurdi sul come ottenere questo effetto, e tutti con un punto in comune, l'uso di un'immagine completamente nera da rendere trasparente in un primo tempo e man mano eliminarne la trasparenza gradualmente.
Quello che però nessuno ha proposto, e addirittura in molti hanno reputato "impossibile", è quello di usare una semplice superficie di disegno completamente nera al posto di caricare un'immagine.

Hiroshi Yamauchi e la grande Nintendo

Il 19 Settembre 2013, ci ha lasciato un grande personaggio, nonché geniale innovatore nel mondo dei videogiochi, il signor Hiroshi Yamauchi, terzo presidente di Nintendo dai primi anni 70 sino al 2002.

Prima che Nintendo diventasse quel grande colosso del videogame che è ai giorni nostri, era una fabbrica di carte da gioco nel momento in cui Yamauchi entrò al comando.
Le sue fortunate intuizioni e l'intraprendenza sfociarono in continui colpi di fortuna per la società, che ben presto spicco il salto verso il mercato dell'intrattenimento elettronico.

Duck Tales

Tra tutti i miei giochi per NES, questo sicuramente era uno dei miei preferiti, difficile al punto giusto e divertente da giocare.

Un titolo che ha fatto storia evidentemente, ed anche rimasto nei cuori dei giocatori di vecchia data, tanto che all'orizzonte ne spunta anche un remake 3D, di cui trovate un piccolo reportage qui.

Si tratta di un platform game con protagonisti alcuni dei paperi Disney più famosi, realizzato ad opera di Capcom nel 1989 per NES, e nel tardo 1990 portato anche sul Game Boy seppur a colpi di taglia e cuci.

Game Center CX 3DS preview

I giocatori del paese del Sol Levante, questo inverno potranno godersi il terzo capitolo della non molto conosciuta (e neppure troppo fortunata all'estero) saga videoludica di Game Center CX, conosciuta negli Stati Uniti come Retro Game Challenge.


Running Boy Star Soldier no Himitsu

Durante il periodo del Famicom Boom, ovvero l'uscita sul mercato e relativo boom di vendite del nes giapponese, numerose erano le vie di promozione del nuovo prodotto di Nintendo, una tra tutte, i film di animazione.

Running Boy: The secret of Star Soldier (RUNNING BOY スターソルジャーの秘密), era un film d'animazione del 1986, distribuito dalla TOHO solo in Giappone e sponsorizzato dalla Hudson, prima società in Giappone ad aver appoggiato in pieno la console made in Nintendo.

Concorso CosPlayer 2013

In collaborazione con gli amici di GiocoMagazzino, e visto il crescente interesse per i "Cosplay", nasce un concorso tutto italiano e riservato sia agli amanti dei Cosplay che dei videgoames, nasce Cosplayer!
Prima edizione (e si spera non ultima!) di un grandioso concorso a premi, in cui tutti i partecipanti si sfideranno a colpi di foto e costumi inerenti al mondo dei videogiochi!

L'idea di base è quella che ogni partecipante invii la propria foto in "costume", del proprio personaggio dei videogiochi preferito. Tutte le foto saranno salvate in un apposito album online e disponibili a chiunque, permettendo così anche di poter votare con mano la vostra preferita, e decretarne un vincitore finale fra tutti!

Il concorso è aperto a tutti, senza distinzioni di sesso, etnia e quant'altro, si legga il regolamento sottostante per maggiori informazioni su come partecipare.

Diffondente la voce fra gli amici, e fate girare la locandina del concorso! :D


Regolamento:

The Last Story

Finalmente anche per me sono arrivate un po' di vacanze, ed anche un po' di fortuna negli acquisti, trovando The Last Story all'ipercoop della mia città per soli 20 euro nella cesta dei giochi economici, in concorrenza ai quasi 50 di gamestop.

Si tratta di un JRPG in esclusiva per Wii pubblicato in Europa da Nintendo nel 2012, e sviluppato da AQ Interactive e Mistwalker, società facente capo a due ex ideatori della saga di Final Fantasy.

Il titolo ebbe buona pubblicità da parte di Nintendo attraverso i suoi canali ufficiali come Newsletter e rivista ufficiale, oltre che aver fatto ottime impressioni agli occhi degli altri lavoratori del settore, e nonostante questo rimasi comunque scettico di trovarmelo in mezzo ai titoli economici.

Retrogear update log #1

Tempo fa avevo parlato di un mio progetto open source a cui sto dedicando del tempo, RetroGear.

Il progetto da quell'annuncio si è evoluto parecchio, molti cambiamenti sono stati apportati, e non solo alla struttura del progetto stesso.

Ho pensato di recensire ed annunciare i aggiornamenti al progetto, tramite appositi post su questo blog.

The House of The Dead

Se penso al gaming anni 90, mi viene subito in mente questo titolo, nonostante nella prima metà degli anni 90, i giochi  2D e le console come SNES e Mega Drive fossero ancora predominanti e la Playstation fosse ancora agli albori.

Era molto comune entrare in una salagiochi in quegli anni e trovarsi circondati da cabinati SEGA, tra giochi Light Gun, Racing e Picchiaduro, tutti esclusivamente in 3D, era la leader indiscussa in quel campo fino a poco prima dell'arrivo di Sony e della sua Playstation.

Topolino e le sue avventure


Insieme ad Alien Trilogy, questo fu uno dei primi titoli disponibili per Playstation, uscito l'anno seguente alla commercializzazione della console in Europa, nel 1996 ad opera di Traveller's Tales.

Si tratta di un remake del titolo Mickey's Wild Adventure, uscito qualche tempo prima per console quasi SNES, Mega Drive e Sega CD, restaurato graficamente e ne contenuti audio.

Retro City Rampage Wii

Qualche giorno fa, seppur con un po' di scetticismo, ho comprato dal WiiWare per soli 1000 Wii Points (10 euro), questo titolo della indipendente Vblank Entertainment Inc., Retro City Rampage.
Un action game 2D del 2012, disponibile anche PC, xBox 360, PS3 e PS Vita.

Un gioco di cui ho seguito per lungo tempo gli sviluppi, e di cui sono stato anche collaboratore (tra le righe), in quanto inviai alcune traduzioni per l'Italia agli sviluppatori del gioco presso la loro pagina Facebook.
In cambio vi era una copia gratuita del gioco come ricompensa, che non ricevetti mai, nemmeno dopo un paio di solleciti via mail...

Casual Gamer

E' dai tempi dello SNES che sento discorsi senza ne capo ne coda sui videogames, discorsi che immancabilmente partono dal fattore grafica e arrivano fino agli assurdi paragoni tra versioni PC e Console.

Una tendenza che ho visto crescere sempre più nel corso degli anni, anche se i motivi continuano a sfuggirmi tuttora.

Nam-Cap

Ho sempre pensato che un gioco come Pac-Man avesse ben poco da offrire in termini di varianti nel gameplay, eppure questo flash game amatoriale capovolge le regole del gioco senza distaccarsi dalle sue radici, e lo fa molto bene.

E3 2013 - E Nintendo sta a guardare?

Quest'anno i videogiocatori e gli addetti del settore, hanno potuto assistere ad una sfida senza esclusione di colpi tra due dei principali produttori di console sul mercato, Sony con la sua PS4 e Microsoft con la sua xBox One.

Alien Trilogy

Questo è il primo gioco in assoluto che abbia mai giocato su di una Playstation, negli anni in cui la console arrivò in Italia ed era ancora un oggetto troppo costoso e riservato a pochi benestanti.

Una grafica per me, mozzafiato, che in quegli anni nonostante le console a 16 bit fossero già un fenomeno di massa, io continuavo a giocare con il mio amato nes.

Polybius - Tra mito e realtà

Nel 1981, nella città di Portland, Oregon, in numerosi bar e sale giochi della città, frequentati dai ragazzini per i loro videogames, apparvero alcuni cabinati di questo gioco, Polybius.

Si trattava di un gioco simile al Tempest di Atari, con vari elementi puzzle e da maze game, sviluppato da un team anonimo per conto di una società di nome Sinneslöschen.

3D Ant Attack Remake

In uno speciale sullo ZX Spectrum, sulla rivista Game Republic, notai lo screenshot di un gioco all'apparenza molto interessante, dalla grafica isometrica e dal titolo altrettanto interessante, Ant Attack.

Si trattava di un titolo del 1983, sviluppato da Sandy White e pubblicato da Quicksilva sempre in quell'anno, in cui un eroe o eroina senza macchia e senza paura, dovevano avventurarsi in una città popolata da formiche giganti, cercando di salvare la controparte portandola in salvo fuori dalle mura.

Giochi premonitori

Verso la metà degli anni 90, non avevo un computer, non avevo una connessione ad internet e la mia cultura riguardo il mercato dei videogiochi era rilegata del tutto ad una rapida sbirciata all'apposito reparto nel supermercato quando capitava.

Insomma, non ero bombardato e influenzato da informazioni e contenuti di ogni sorta come succede ora, ma non è di questo che voglio parlarvi.

Volevo raccontarvi di un curioso fatto che mi accadde verso quegli anni, quando ero ancora un ragazzino e giocavo con il mio NES e il mio Game Boy.

IMO - Interactive Multi Action Game

Ti trovi in una piramide alla ricerca di tesori, ma non sei solo e i tuoi compagni d'avventura hanno i tuoi stessi progetti per la testa, è giunto il momento di combattere!

Questa è la storia alla base di IMO, un action game del 1996, sviluppato dalla Golden Weeds Project Japan (ora conosciuta come SurgeSpace Corp.) per sistemi Windows 95.

The Sims - Fuori tutti

Non sono mai stato un grande fan della serie The Sims, ma di questo capitolo in versione Gameboy Advance ne avevo una vera e propria passione!

Un titolo sviluppato e pubblicato dalla EA Games nel 2003 per svariate console, ben lontano da tutto quello che la serie rappresentava fino a questo punto.

Rick Dangerous

Prima che la Core Design partorisse quel capolavoro dell'action gaming esplorativo che qual'era Tomb Raider, c'era lui, Rick Dangerous.

Un personaggio il cui nome è anche titolo di un capolavoro del passato, definito scherzosamente da molti come il "padre di Lara Croft".

Un platform game del 1989, pubblicato dalla Rainbird Software e MicroPlay in tutto il mondo, per svariate piattaforme tra cui Amiga, Atari ST, Amstrad CPC, ZX Spectrum, Commodore 64 ed DOS.

F.Godmom

Trovai questo gioco in una raccolta di giochi per Windows/DOS in edicola, non particolarmente sfavillante o tecnicamente valido quanto gli altri titoli della raccolta, ma particolarmente interessante nella sua idea di fondo.

Un arcade / puzzle game per DOS del 1991, sviluppato da John Blackwell per la defunta Soggybread Software.

Fairune

Arrivo fresco fresco di partitina a Fairune, un simpatico rpg/puzzle game sviluppato dai nipponici Skipmore, di cui già conoscevo ed ho avuto modo di apprezzare altri titoli.

La versione che vi propongo è una sorta di demo, in formato flash per il web, di quello che dovrebbe essere il gioco completo per iPhone e Android.

RetroGear

Tra una cosa e l'altra nel tempo libero a mia disposizione (sempre meno...), mi sono cimentato in un'ambiziosa impresa, quella di realizzare un motore di gioco 2D generico, che potesse permettere a chiunque con minima esperienza nel campo della programmazione di realizzare i propri videogames 2D con facilità.

Raccogliendo le varie nozioni apprese e unendole tutte in un unico prodotto con molta pazienza, è nato RetroGear!

Dash Dingo

In una delle recenti puntate andate in onda dei Simpson, abbiamo potuto apprezzare un piccolo omaggio a Crash Bandicoot da parte dei disegnatori, intitolato Dash Dingo.

Castlevania: Circle of the Moon


Giusto qualche settimana fa, trovandomi per caso in un gamestop fuori città, trovai tra i titoli rimasti per Game Boy Advance, Castlevania: Circle of The Moon.

Conosciuto in Europa semplicemente come Castlevania, è il primo capitolo della fortunata serie ad essere approdato sulla piattaforma Game Boy Advance nel 2001 ad opera di Konami.

Metal Gear Solid

In questi giorni ho avuto voglia di rigiocare un classico della mia gioventù, Metal Gear Solid.

Un titolo del 1998, uscito per svariate piattaforme tra cui PSX, PC, PSP e in remake su Nintendo Game Cube, ad opera della Konami, e della Microsoft per la versione PC.

Un titolo di cui avevo già sentito parlare ai tempi dello SNES, da un amico che aveva già avuto modo di giocare ai primi episodi della fortunata serie su NES, e che piomba poco dopo nel mio panorama videoludico in un nuovo capitolo per PSX.

Blob Wars: Metal Blob Solid

Un pianeta invaso da una razza aliena, e un piccolo blob giallo senza macchia e senza paura, pronto a rompere un po' di culi per salvare la sua gente.

Questa è la premessa alla base di Blob Wars: Metal Blob Solid, primo capitolo di una serie di giochi open source, sviluppato dai Parallel Realities nel 2003.

Holotz Castle

Gli utenti GNU/Linux fra voi, avranno sicuramente sentito parlare almeno una volta di questo piccolo giochino open source, Holotz Castle.

Sviluppato dal gruppo indipendente spagnolo MainReactor, si tratta di un semplice e minimale platform game 2D, dai contenuti essenziali ed estremamente simpatici.

Jazz Jackrabbit

Un altro titolo abandonware di cui ho tanto sentito parlare verso la fine degli anni 90, ma che per un motivo o per un altro mi sono sempre dimenticato di provare, fino a quando la mia ragazza non lo tira fuori tra un discorso e l'altro e mi si accende la lampadina!

Si tratta di un platform game del 1994 per sistemi DOS, nato dalle menti di Cliff Bleszinski e Arjan Brussee per conto della Epic MegaGames.

Pac-Man S

Giusto ieri ho scoperto l'esistenza di una versione di Pac-Man "Social" tra le app di Facebook.

Una versione flash del classico Pac-Man con un gameplay leggermente stravolto e migliorato, sulla falsa riga di Pac-Man Championship edition.

Nebulus

Un giorno sfogliando Game Republic, nella rubrica "Time Warp", c'era uno speciale sui giochi dello ZX Spectrum, con centinaia di screenshot degli svariati giochi ne hanno fatto la storia.

Uno tra questi catturò particolarmente la mia attenzione, per la sua grafica impressionante, rispetto a quella minimale e striminzita degli altri titoli.

Don's Dugout

Cercavo tempo fa un qualche clone di Dig Dug, il classico arcade della Namco, ma trovai ben poco.

Forse il titolo non destava particolare interesse fra i game programmers, e non ne desta tuttora a quanto pare.

Tra quel poco che sono riuscito a trovare, spunta questo, un semplice clone scritto in Java nel 1996, dalla grafica abbastanza sobria e i contenuti minimali, sviluppato da Karl Hornell, noto programmatore Java dei vecchi tempi.

Altered Beast

Di recente sono diventato possessore di un SEGA Mega Drive, mai avuto uno prima di questo, ma sempre utilizzato dagli amici.

Uno dei primi titoli del mio parco giochi Mega Drive, è questo, Altered Beast.

Probabilmente uno dei titoli più interessanti e gettonati, che un qualunque possessore di Mega Drive dovrebbe avere, e che ogni fan della SEGA conosce molto bene.

Ralph Spaccatutto

Quest'anno per me, è iniziato nel segno del retrogaming con il nuovo film d'animazione Ralph Spaccatutto, prodotto dalla Disney.

Forse l'unico prodotto cinematografico mai realizzato, che porta seriamente e nel modo giusto, i videogiochi sul grande schermo.