Nintendo 3DS? No grazie!

Ho provato per la prima volta il Nintendo 3DS questo sabato, non so bene cosa mi aspettassi da questa console ma di certo non l'ho trovato questo qualcosa.

Il suo famoso 3D non e' altro che un effetto di stereoscopia, come quelle carte che si trovavano nelle merendine con i personaggi che sembravano uscirne fuori o che se voltate da un lato davano una figura e dell'altro lato un'altra.

L'ho provata con pilot wings inserito, l'effetto 3D faceva solo male a gli occhi, mi faceva sentire strabico.
La levetta per regolarne l'effetto, rendeva l'immagine sdoppiata, una cosa inguardabile.

Dovrei mai comprare questa console per il suo "strabiliante" effetto 3D o per il suo parco giochi?

Alla fiera del West

Per due soldi, un gioco mio padre compro', poi venne il franchising che si mangio' il negozio sotto casa, e fu la fine del risparmio.

Ricordo una volta, quando i videogiochi erano un prodotto di nicchia, considerati alla stregua di semplici giocattoli comuni.
Nella corsia dei giocattoli del supermercato di fiducia, si potevano trovare promiscuamente console, cartucce, pupazzi e macchinine. Come se fossero la stessa cosa, ora invece possono vantare, non una ma ben 2 o 3 corsie riservate.

I prezzi erano molto piu' accessibili, ricordo che una console poteva costare circa 60 mila lire o giu' di li, i 30 euro di oggi del costo di un gioco a buon prezzo...
Erano i primi anni 90, sugli scaffali si trovavano dozzine di NES e compatibili come il mitico Microgenius, torrette con 4 console montate assediate a tutte le ore da ragazzini di tutte le eta'.

Avere una console in casa era quasi un privilegio, ma non tanto per il costo quanto per questione di mentalita'.
I genitori vedevano la console come un qualche giocattolo eccessivamente costoso rispetto ad altri o qualcosa da snobbare rispetto ai giochi classici della loro epoca, poi anche perche' in molte famiglie c'erano di certo altre priorita'.
A complicare le cose inoltre, giornali e tv con le varie storie di epilessia quasi sempre dovute ai videogames, come se una qualunque televisione o una lampada al neon non potessero causarle.

I tempi passano, la morsa della speculazione allenta la presa, complice anche l'invasione di console compatibili a buon prezzo e munite di un parco giochi di tutto rispetto, i buoni prodotti devono essere piu' competitivi anche nel prezzo e piu' appetibili per genitori scettici.

Blood Red

Potrebbe sembrare l'ennesimo giochino di zombie stupido e noioso, invece no!

Questo piccolo giochino flash, sviluppato da Pixel Robots, e' un titolo che ricorda molto il mitico De-Animator nell'insieme.













Nessuna avventura o storie da seguire, solo sparare per salvarsi la pellaccia.


  • La grafica regge molto bene

  • Vasta varieta' di armi e potenziamenti

  • Meriterebbe un sequel a scorrimento 2D!



Il personaggio deve sopravvivere alle continue ondate di nemici, sia volanti che striscianti, grandi e piccoli.

Si possono acquistare nuove armi e potenziarle, anche sbloccare trucchi e contenuti.

E' un piccolo giochino senza grosse pretese ma ricco di fascino e divertimento per gli amanti del genere spara e fuggi o semplicemente horror, non eccessivamente affannoso e nemmeno troppo lungo dal risultare monotono.
Se cercavate qualcosina per riempire uno spazio vuoto nella vostra giornata, questo titolo fa proprio al caso vostro.
Il sito ufficiale al momento pare in manutenzione, con una ricerca su google lo potreste trovare un po' ovunque, un link fra tutti e' questo.

Punch Out for Wii

Ok lo ammetto, non ho resistito all'offerta della Wii in bundle con Mario Kart, la tentazione era troppo forte. Per soli 149 euro da gamestop ho potuto portarmi a casa la console ed il volante oltre che il gioco di Mario Kart, piu' un titolo a scelta e tanto che c'ero anche una copia di Punch-Out usato per soli 7 euro!!!

Io sono cresciuto con questo gioco sul NES, avevo l'edizione speciale dedicata a Mike Tyson, questo remake per Wii devo dire non mi ha deluso per niente!
I programmatori della Next Level Games hanno fatto un ottimissimo lavoro!

Ho potuto ritrovare tutte le vecchie glorie della versione 8bit e scoprire cio' che mi persi della versione a 16bit per snes, il tutto riproposto con qualche extra e innovazione anche fornita dal sistema di gioco multiplo della console.

Return of Egypt

Prendete Castlevania Symphony of The Night ed unite l'antico Egitto, il risultato e' questo grazioso gioco.
Sviluppato nel 2003 dalla software house amatoriale giapponese Driven Phantom Soft con l'ausilio di un qualche ClickTool, ricco di contenuti originali ed effetti speciali.

Nobuyuki Forces 4

Era da molto tempo che non venivano pubblicati giochi in flash decenti a parte Color Room e pochi altri, ed ecco spuntare dal nulla Noboyuki Forces 4, sviluppato da Hiroshi Takashi Miyazawa (SKT Products), rilasciato solo ieri per giunta!

Un classico rail shooter che nell'aspetto e nel design ricorda molto e non poco Metal Gear Sons of Liberty, mentre nel gameplay ricorda molto Time Crisis in un mix di grafica 2D e 3D.

40 Winks

Nel 1999, la GT Interactive ci ha deliziati con la pubblicazione di questo titolo sviluppato dalla Eurocom, a distanza di 10 anni ho avuto modo di giocarci.

La prima impressione che mi ha dato e' quella di di giocare a Mario 64, ma in salsa semi horror in stile cartoon.
La stessa impessione l'avranno avuta anche i ragazzi della rivista Nintendo Official Magazine come si puo' notare sulla copertina di gioco.

Quest'avventura ci porta nei panni di Ruff e Tumble, due fratellini intenti a salvare le creature dei sogni dette Winks per l'appunto, dalle grinfie del malvagio Nitekap e del suo scagnozzo Threadbear.

Nigthmare Creatures

Giocare a questo titolo e' come leggere un qualche vecchio racconto dell'orrore, una Londra Vittoriana popolata da zombie, lupi mannari e altre curiose creature appartenenti alla letteratura horror classica.
Due eroi, nella notte piu' buia e pericolosa, per le strade della citta' cercheranno di fermare questa epidemia di mostri e il loro creatore a suon di calci e pugni.

Tutto questo e' Nightmare Creatures, un titolo sviluppato nel 97 dalla francese Kalisto Entertainment, per Playstation, Nintendo 64, PC e telefoni cellulari.

Trovai una demo di questo gioco in un qualche numero del Playstation Official Magazine, piu' tardi negli anni giocai alla version completa per PC.

Zeldarius

Per puro caso oggi mi e' tornato alla mente un altro titolo di quelli che pian piano stanno scomparendo per finire nel dimenticatoio.

Sto parlando di Zeldarius, un piccolo giochino free del 2002 sviluppato con Game Maker 4 da un certo Scott Hiroshige (aka Shiroshi).

Ricordo questo gioco come se fosse ieri, un mix tra The Legend of Zelda e i classici shoot em up, molto divertente e ben concepito nella sua semplicita'.
Era uno dei titoli piu' gettonati sul sito ufficiale di Game Maker in quegli anni, ma vista la moltitudine di giochi sviluppati con quel tool a rotazione venivano tolti dal sito per dare spazio un po' a tutti, cio' ha decretato l'inizio della perdita' di popolarita' di questo fantastico giochino.

Il mio primo gioco, il Pong

Retropong, un semplice remake realizzato da Pix3l.Nel precedente articolo, abbiamo trattato l'argomento collisioni semplici ed implementato una sorta di mini gioco che le sfruttasse.

Partendo da quella stessa base, possiamo dare vita ad uno dei piu' classici dei giochi, il Pong!
Per chi non lo conoscesse (mi metto le mani nei capelli!), il Pong e' un semplice simulatore del gioco del Ping Pong.
In questo gioco, due giocatori con relative racchette rappresentate da due semplici rettangoli, devono cercare di mandare una pallina oltre la racchetta dell'avversario per effettuare un punto. Semplice!

Namco Museum anche su Nintendo DS

Ho trovato questo gioco in un negozietto indipendente (quindi niente catena come gamestop e gamerush per intenderci) come usato a 15 euro qualche giorno fa, prezzo non eccessivo in rapporto alla qualita'/reperibilita' del titolo.

Con la saga iniziata nel 95 su psx, Namco e Bandai a questo giro ci ripropongono la stessa formula ma questa volta per Nintendo DS.

In questa cartuccia figurano i titoli che hanno fatto storia come Pacman, Galaga, Xevious e Dig Dug 2, ma anche titoli meno conosciuti e forse meno apprezzati come Galaxian, Mappy e Tower of Druaga, oltre che un porting del gioco PacMan Vs per Gamecube.

Resident Evil Deadly Silence

A 10 anni di distanza dalla pubblicazione del primo capitolo per PC e console, Capcom per festeggiare, ripropone un semi remake del suo gioiellino horror.

Uscito nel 2006 per Nintendo DS, lo acquistai nel 2008 alla cifra di 34,98 euro da gamestop, visto anche che il prezzo non si decideva a scendere a distanza di 3 anni.
Attualmente come usato costa intorno ai 25 euro, soldo piu', solo meno.

Non si tratta di una semplice riedizione del gioco del 1996, si puo' parlare di una rivisitazione con varie aggiunte ed extra che sfruttano molto bene l'hardware del DS, microfono e stilo inclusi.