Pandaland

Pandaland è un'altra di quelle perle rare del gaming freeware, finite nel dimenticatoio troppo presto, come Vampire e tanti altri, ma non per IndieFanMagazine!

Si tratta di un semplice e breve platform 2D, realizzato con Game Maker nel 2009, ad opera di Svante Danielsson (aka Panda).



I protagonisti del gioco sono i "Panda", che stando alle dichiarazioni dello sviluppatore sarebbero gli amanti della musica Pop in Svezia, anche se nel gioco li si potrebbe intendere come i classici teeanger tutta casa e locali che si possono trovare un po' ovunque.

Il gioco ci porta nei panni di Pepp, con la quale saremmo chiamati a destreggiarci nei vari livelli di gioco, cercando di raccogliere quanti più power-up possibili, rappresentati da borsette, lettori mp3, lattine di birra e quant'altro, che all'occorrenza rifocilleranno la salute della nostra piccola eroe, oltre che aumentare il nostro punteggio complessivo.


I vari livelli di gioco, oltre che essere caratterizzati da un ottimo design e una grafica che strizza l'occhio ai classici del nes (in particolare direi a Super Mario Bros. 2), saranno popolati da nemici al quanto semplici e basilari, rappresentati promiscuamente da ragazze e ragazzi, e qualche animale talvolta.


Nemici dotati di un'intelligenza artificiale decisamente essenziale, con la possibilità per alcuni, anche di attaccare il giocatore, con attacchi altrettanto basilari e semplici.

Ma oltre a nemici dinamici, dovremmo riguardarci anche da insidie statiche, come candele accese, spunzoni e quant'altro, giusto a completare il già ricco design di livello.

Una semplicità che rende il gioco estremamente semplice, permettendo anche ai giocatori poco esperti di potersi godere l'avventura senza frustrazioni, ma senza rendere eccessivamente banale il tutto.

Complice di questa semplicità, sicuramente la possibilità per il giocatore di poter attaccare con una frequenza abbastanza alta i propri nemici, lanciando delle ciliege!
Se bene in molti giochi, il numero di "proiettili" scagliabili contro i nemici viene limitato ad un certo numero per schermo, qui non avremmo nessun limite del genere, potendo quasi generare uno scudo dinnanzi a noi di ciliege.
Scelta tecnica molto discutibile, ma che comunque non ci salverà dalle sciagure e le insidie del livello.

I livelli di gioco sono decisamente di buona manifattura, pensati per essere rigiocati più volte, grazie alla possibilità di poter scegliere tra più percorsi in cui avanzare, oltre che essere già predisposti per la modalità di gioco "difficile".

La struttura dei livelli come già detto, presenterà molto spesso più di un percorso per il giocatore, comprensivo di difficoltà crescente o maggior numero di bonus, talvolta premiandoci anche con un gustoso warp! (Scoprite dove :P)

Graficamente si presenta in una veste abbastanza sobria e originale, a metà tra un gioco per nes e uno per snes, con sprite molto semplici e sfondi di gioco abbastanza dettagliati ma non troppo sfumati, limitati all'essenziale.
Sacrificando gli sfondi e qualche elemento grafico di poco conto, lo si sarebbe potuto intendere tranquillamente come gioco per nes, magari alla stregua di Super Mario Bros. 2 o Kirby's Adventure senza troppo sforzo.
Parallelamente potrebbe passare tranquillamente per gioco arcade, strizzando l'occhio a quel che fu Pac-Land, di cui forse troviamo anche un po' di influenza in alcuni sfondi di gioco.

Nel comparto sonoro invece, troviamo musiche ed effetti sonori originali, realizzati da un membro del team di sviluppo del gioco.
Molto orecchiabili e piacevoli, ma prive di quel qualcosa che te le fa saltare all'orecchio e fischiettare a ripensarci, almeno, nelle mie esperienze con questo gioco, molto spesso la musica in sottofondo è passata facilmente in secondo piano.
Un piccolo viaggio nella terra dei "Panda"
  • Contenuti originali e di buona qualità
  • Una difficoltà molto contenuta, per un'esperienza di gioco molto piacevole per ogni tipo di utenza
  • Include una modalità di gioco "Difficile", parallela all'avventura standard

  • Presenta un numero di livelli troppo misero

Questo è sicuramente un gioco di poche pretese ma di buona manifattura, lo si capisce subito dai contenuti grafici e sonori l'impegno che vi è stato messo, oltre che all'ottimo design dei livelli.

Purtroppo il gioco risulta essere molto breve e forse un tantino facile con i suoi soli 4 livelli, ma per fortuna sarà disponibile anche una modalità di gioco "difficile", in cui poterci confrontare seriamente con il titolo in maniera un po' più seria e con un nuovo personaggio!

Una volta terminata la modalità normale, e visti i crediti di gioco per intero, verrete a conoscenza anche voi di come avviare la modalità difficile, così avrete anche offerto i vostri omaggi al lavoro di questi ragazzi.
Ovviamente consiglio questa rarità a tutti, e lo potete trovare qui, funziona alla grande anche con Wine su Gnu/Linux.

3 commenti :

S.E.E.P. ha detto...

Sembra davvero carino!

Pix3l ha detto...

Provalo, poi magari mi dici che ne pensi :]
Peccato sia così breve però...

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Concordo... togliamo il senza...
Pandalan è proprio carino :)

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...