Puzzle Bobble

Evoluzione di Bubble Bobble, verso la metà degli anni 90, non c'era salagiochi o bar che non avesse un cabinato di questo prorompente titolo, Puzzle Bobble, conosciuto anche come Bust-a-Move.

Un vero e proprio ciclone, che ha travolto tutto e tutti, lasciando un marchio indelebile nella memoria dei giocatori di ieri e suscitando un continuo e vivo interesse in quelli di oggi.


Sviluppato e pubblicato dalla Taito nel 1994,
ha visto un florido e vivo successo non solo nei bar, ma anche nelle console, PC e telefoni cellulari grazie a svariati e fedelissimi porting ufficiali.

Si tratta di un semplice ma avvincente puzzle game, il cui scopo per il giocatore è quello di accostare tre o più bolle di uno stesso colore per farle esplodere, più facile a dirsi che a farsi.
Per fare ciò, il giocatore avrà un macchinario spara bolle posto in fondo allo schermo, da cui potrà direzionare il tiro ed effettuare il lancio.

Ogni livello presenterà un proprio schema di bolle prestabilito, su cui il giocatore dovrà agire, cercando di raggruppare quelle già presenti con altre dello stesso colore e cercare di svuotare per intero la schermata, prima che il soffitto si abbassi troppo e le bolle tocchino i due protagonisti.
Non un'impresa impossibile, ma quasi, senza un'adeguata confidenza con il gioco.

Un punto di forza del titolo, sono sicuramente i suoi meccanismi di gioco, semplici e immediati da comprendere, anche se richiederanno un po' di pratica a priori per poter essere utilizzati al massimo del loro potenziale.

Altro punto di forza del titolo e cosa che forse richiama di più l'attenzione a priori, sono gli effetti sonori.

Tra vocine di bambini e musichette d'accompagnamento incalzanti, oltre che effetti sonori decisamente azzeccati per ogni singola azione di gioco, riescono a strappare un sorriso a chiunque, oltre che a lasciare un ricordo quasi indelebile nella mente dei giocatori.

Anche il comparto grafico gioca un ruolo decisamente importante in questo titolo, con colori vivi e sgargianti, ed una grafica riconoscibile da chiunque a primo colpo.
Una grafica che ancora oggi suscita fascino e interesse nei giocatori, tanto da essere ancora tramandata di porting in porting, generazione dopo generazione.


Tutti questi punti, credo siano stati anche il fulcro del suo successo tra il pubblico femminile, anche se non saprei dire quale dei tre abbia giocato il ruolo più incisivo nella questione, suppongo sia stato il gameplay molto accessibile.
Il titolo era molto apprezzato dal pubblico femminile in quegli anni, e lo è tutt'ora nelle sue varie incarnazioni mobile/pc, ufficiali o no.

Uno dei migliori e più longevi arcade di sempre, il gioco che "rompe le palle" per eccellenza!
  • Ottimi contenuti grafici e sonori
  • Gameplay semplice ed immediato
  • Disponibile per una gran quantità di piattaforme videoludiche e non
Questo fu uno dei primi titoli arcade che giocai su di un cabinato, insieme a The House of The Dead e Point Blank, al baretto del quartiere, e sicuramente uno dei più diffusi che abbia potuto vedere nei vari bar e sale giochi in cui sia stato.
Ho avuto anche modo di giocarci di recente, in una sala giochi di un centro commerciale della provincia di Genova, in multiplayer, e qualche giorno fa su PC, avendo trovato un porting ufficiale per PC ad opera della infogrames.

Di sicuro un titolo molto gradevole e godibile, nonostante i suoi 20 anni di vita, che mi sento di consigliare proprio a tutti, oltretutto è anche disponibile per qualunque piattaforma videoludica e non, a costi veramente contenuti.
Sicuramente un incentivo in più per farlo vostro!

2 commenti :

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Videogioco che la salagiochi del paese possiede ancora!
E non nego che qualche gettone ce lo spendo ancora a Puzzle Bobble!
Preferisco la versione descritta, quelle più moderne perdono di fascino..

Pix3l ha detto...

Figo :D
Io spero di trovarne qualcuno in giro, magari in un qualche bar dimenticato da tutti...
Comunque concordo con te, questo episodio è più affascinante di quelli moderni, senza ombra di dubbio!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...