Tomb Raider 2: Starring Lara Croft

Questo, era sicuramente l'oggetto del desiderio di qualsiasi neo possessore di una PSone nei primi anni 90, una delle migliori avventure 3D mai realizzate a mio parere.

Reduci dall'enorme successo avuto con il capitolo precedente della saga, nel 1997 esce il secondo capitolo della saga di Tomb Raider, anch'esso sviluppo dalla Core Design e pubblicato dalla Eidos Interactive.

In questo capitolo troviamo una Lara più in forma che mai, capace di alcuni nuovi movimenti e con una resa grafica nettamente migliore rispetto al passato.

In questa avventura saremo alle prese con una misteriosa organizzazione criminale, intenta a mettere le mani su di un antico artefatto cinese, il pugnale di Xian, il quale pare abbia poteri magici e capace di trasformare in un potentissimo drago, chiunque se lo conficchi nel cuore.
Tanto basta alla mitica Lara per risvegliare i suoi sensi e farla partire all'avventura, attraversando praticamente il mondo, passando dalla Cina all'Italia (più precisamente a Venezia), per il Tibet e in fondo agli abissi, alla ricerca del famigerato pugnale.

Tra le novità introdotte in questo capitolo troviamo un arsenale molto più vasto e interessante, con armi che spaziano dal lanciagranate alla fiocina, che ci permetterà addirittura di attaccare sott'acqua, sino a mitragliatori M16, oltre che la possibilità per la prima volta in tutta la saga, di guidare veicoli di vario tipo, tra motoscafi e gatti delle nevi.

Sono aumentati anche gli scontri a fuoco con gli umani, presenti in quasi tutti i livelli di gioco, e aggiunti una moltitudine di nemici animali e non, tra cui tigri, corvi, tarantole, topi, golem, squali e cani, ognuno con le proprie caratteristiche e resistenza.


Lara in questo capitolo potrà vantare anche una manciata di nuove abilità, tipo quella di cambiare direzione a mezz'aria durante un salto per potersi aggrappare agli appigli opposti, movimento che sarà molto utile e richiesto in svariate situazioni e scenari di gioco.

Il design dei livelli come anche la resa grafica in genere, risulta nettamente migliorata rispetto al passato, sia in termini di qualità che dettagli.

Un bel salto di qualità che salta subito all'occhio di chi conosce il capitolo precedente, e che per i nuovi arrivati sapeva di qualcosa di fresco a fuori dagli schemi rispetto a quanto il panorama videoludico offrisse al momento della sua uscita sul mercato.


La struttura dei livelli mantiene la sua tendenza allo spingere il giocatore ad esplorare, spesso premiandolo con numerose munizioni ed oggetti curativi, talvolta lasciati dai nemici uccisi.
Anche gli enigmi sembrano aver mantenuto lo stesso stile e qualità di sempre, presentando spesso corse contro il tempo per poter raggiungere luoghi inaccessibili e quant'altro.

La bella archeologa dalla lunga treccia, nella sua seconda avventura in giro per il mondo!
  • Qualità nei contenuti decisamente ottima e maggiore rispetto al passato
  • L'avventura è molto variegata e praticamente per nulla monotona
Oltre alle varie migliorie grafiche troviamo anche una migliore qualità nei comparti sonori, con effetti e musiche di migliore qualità, che nella versione italiana vengono mantenuti ed arricchiti da dialoghi doppiati in modo impeccabile!

Anche in questo capitolo sono stati mantenuti i segreti di livello, rappresentati però da 3 statuette raffiguranti un drago, nascoste nei posti più impensabili del livello.

Oltre questo vi è anche la polaroid della casa di Lara, questa volta in ordine e ricca di attività con cui confrontarsi, sia qui che nell'avventura principale!

Se non avete mai giocato questo capitolo, il mio augurio che e vi poniate rimedio al più presto, si tratta di una pietra miliare della storia del gaming, uno di quei giochi che almeno una volta nella vita bisogna giocare, e credetemi che ne rimarrete completamente soddisfatti!

2 commenti :

Marco Grande Arbitro Giorgio ha detto...

Io ho conosciuto Tomb Raider solo grazie al terzo capitolo (cosa successa anche per Crash, Spyro e Tekken).
L'emozione fu talmente tanta che recuperai i due precedenti!
Era davvero qualcosa di unico per l'epoca...

Pix3l ha detto...

Io conoscevo solo Abe Oddysee, Tekken e Tomb Raider 2, questa era il secondo titolo che volevo di più fra tutti XD

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...